Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca

Chiatri

La villa di chiari fu la prima casa di proprietà di Puccini. Nel 1898, dopo i successi di Manon Lescaut e La Bohème , potè acquistare la vecchia villa dei Samminiati, situata in una posizione stupenda: la vista sul lago di Massaciuccoli e l’area circostante è straordinaria.

La villa, restaurata dal maestro su progetto dell’ingegnere Giuseppe Puccinelli, è costruita su pianta regolare e presenta uno spiccato carattere toscano definito da un paramento in mattoni “a vista” e caratterizzato da stilemi neoromanici nelle bifore con decorazione policroma che connotano il primo piano del prospetto principale.

L’edificio, circondato da un ampio giardino, poteva costituire per Puccini un luogo di riposo e di pace. In realtà il maestro vi trascorse solo brevi periodi, convinto dalla moglie e dal figlio a lasciare la casa a causa di storie di apparizioni di fantasmi.

Galleria Fotografica:

  • Chiatri