Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca Puccini e la sua Lucca

Viareggio

Dai primi anni del ‘900, le cronache locali registrano a Viareggio la presenza di numerosi artisti e personaggi dello spettacolo che arricchiscono con la loro partecipazione la vita intellettuale e mondana. In questo Caffè situato sulla passeggiata a mare era il centro di questa accolita di personalità, ed ancora oggi si può avvertire il facsino e l’atmosfera di 100 anni fa.

Dopo l’apertura di una fabbrica di torba, vicino alla sua villa di Torre del Lago, nel 1919 Puccini decise di trasferirsi a Viareggio.

A Viareggio il maestro decise di farsi costruire una villa vicino alla pineta. I lavori andarono avanti per circa due anni e il maestro potè trasferirvisi nel 1921. La villa, a pianta articolata, è formata da un piano nobile e da un piano seminterrato occupato da vani di servizio e dallo studio del maestro.

Il giardino doveva costituire nella sua conformazione caratterizzata da alberi ad alto fusto, pini e lecci, un’ideale prosecuzione con la pineta di fronte

Galleria Fotografica:

  • Viareggio
  • Viareggio